Italia – Argentina: quando l’amarezza supera il fascino

Questa sera alle 20:45 all’Ethiad Stadium di Manchester andrà in scena l’amichevole di lusso tra Italia ed Argentina, sfida tra due storiche rivali del calcio mondiale. Il contesto sarà però lontano anni luce rispetto alle sfide passate, quando in palio c’era una Coppa che quest’anno sicuramente non prenderà la strada per Roma.

Malinconia. Con ogni probabilità è questo il sentimento più diffuso tra i tifosi Italiani a poche ore dall’ amichevole con l’Argentina. Si perché questa è la prima partita della Nazionale dopo il disastro di San Siro dello scorso novembre. Si perché questo tipo di partita è stato, almeno per 60 anni, il primo passo di avvicinamento verso i Mondiali, mentre questa volta è solamente un’amichevole fine a sé stessa, malgrado la caratura dell’avversario. E si perché l’ottimistica visione del CT Di Biagio (“Queste amichevoli sono il nostro mini mondiale”) non fa altro che aumentare l’amarezza degli appassionati, ancora alle prese con un’esclusione dai mondiali impossibile da metabolizzare.

Italia – Svezia: fine della corsa (fonte: ilromanista.eu)

La partita sarà anche occasione per un commovente ricordo dedicato a Davide Astori, presente sulla divisa con cui gli azzurri scenderanno in campo contro Messi e compagni.

La divisa per Italia-Argentina (fonte www.figc.it)

L’altra faccia della medaglia però è il fatto che questo match DEVE essere il punto di partenza per la rinascita Italiana, che come l’araba fenice è chiamata a risorgere dalle ceneri; si riparte da un mix composto dai soliti capisaldi, come l’inossidabile Gigi Buffon o Bonucci, e dalla meglio gioventù offerta dalla nostra Serie A, come Chiesa, Cristante, Rugani o Cutrone, fondamentale per ogni progetto di rinascita che si rispetti. Perché ora più che mai il calcio italiano ha bisogno di entusiasmo, sia in campo che sugli spalti. E quindi, ancora una volta, FORZA AZZURRI.

PROBABILI FORMAZIONI:

ITALIA (4-3-3): Buffon; Florenzi, Rugani, Bonucci, Spinazzola; Parolo, Verratti, Cristante; Candreva, Immobile, Insigne. Allenatore Luigi Di Biagio.

ARGENTINA (4-3-3): Romero; Mercado, Fazio, Otamendi, Tagliafico; Paredes, Biglia, Lanzini; Messi, Higuain, Di Maria. Allenatore Jorge Luis Sanpaoli.

 

Marco Ordinanovich

(fonte immagine in evidenza: it.eurosport.com)