Italia, col Portogallo è una delusione a metà

Italia, col Portogallo è una delusione a metà

17 novembre 2018 Non attivi Di Tiziano Saule

In un San Siro gremito, l’Italia strega tutti per un tempo, senza però far male al Portogallo, dimostrando ancora una volta la grande difficoltà a segnare.

Foto da ”Facebook.com”

I progressi della gestione Mancini ci sono, si vedono, questo è innegabile. Il primo tempo degli azzurri è per lunghi tratti un monologo fatto di possesso palla e triangolazioni di fino, con il trio Insigne-Verratti-Jorginho che strega San Siro e costringe il Portogallo a chiudersi dietro senza nemmeno la possibilità di ripartire.

Nonostante l’ottima prestazione, però, l’Italia fatica a trovare la conclusione (e non è la prima volta), e la prima frazione finisce così in un nulla di fatto ma tra gli applausi di tutti.

Nella ripresa il ritmo cala inesorabilmente, così come gli uomini chiave azzurri: Mancini si gioca le carte Pellegrini, Lasagna e Berardi, ma a crescere sono i portoghesi, che impegnano Donnarumma in un paio d’occasioni.

Finisce così 0 a 0, un’altra volta a San Siro, un anno dopo la serata più triste per la nostra Nazionale, con gli azzurri che escono dalla Uefa Nations League. Ma la delusione, questa volta, è solo a metà.