La grande spaccatura tra i tifosi della Juventus.

Si sta formando uno scisma tra i tifosi della Juventus, e ormai è davvero sotto gli occhi di tutti. Uscita ai quarti di finale di Champions League contro la grande sorpresa Ajax, la Juventus ha comunque conquistato l’ottavo titolo nazionale consecutivo, il quinto dell’era Allegri, e lo ha ipotecato in pieno inverno, macinando punti su punti che l’hanno pian piano allontanata dalle dirette concorrenti.

Il quinto dell’era Allegri, si diceva. Ed è proprio il tecnico di Livorno al centro della diatriba interna tra tifosi. C’è chi si ritiene quantomeno parzialmente soddisfatto dell’operato del mister, e c’è chi, invece, non si accontenta di trionfare entro i confini nazionali. Ecco che allora il ramo dell’opposizione ha iniziato a far sentire la propria voce con lo strumento più potente in mano alla gente comune: i social.

#AllegriOut è hashtag oramai virale e oggetto di dialoghi più o meno accesi tra tifosi della stessa maglia. Un qualcosa di piuttosto anomalo e quantomeno nuovo per i supporters bianconeri, che si erano dimostrati collettivamente delusi dall’addio di Antonio Conte e collettivamente contrari all’arrivo di Max. Il tempo, poi, ha portato sorrisi e risultati in casa Juve, ma dalla sconfitta nella finalissima del 2017 i primi dissensi hanno cominciato a farsi sentire. Sussurri, inizialmente, divenuti improvvisamente lamentale urlate a gran voce a partire da questo 2019. Prima ancora della sconfitta con gli olandesi, infatti, la sofferta qualificazione ai danni dei colchoneros aveva fatto uscire allo scoperto tutti i dissensi di una tifoseria prima solamente scettica.

Ebbene, oggi la situazione risulta particolarmente delicata. La tifoseria, poi, divisa a metà. Le voci sull’addio di Allegri iniziano a farsi più decise e lo spettro di un top allenatore pesa e non poco sulle spalle di Max. Tra allegriani e anti-allegriani, forse, un solo nome potrebbe mettere tutti dalla stessa parte: Pep Guardiola.

La bomba sganciata dal giornalista Luca Momblano avrebbe del clamoroso: la prima scelta di Agnelli parrebbe proprio lo spagnolo. Una suggestione, per carità, ma una suggestione pareva pure Ronaldo e – guarda caso – il primo ad annunciarne l’imminente arrivo fu lo stesso Momblano.

Il tempo dirà chi avrà ragione: chi sta dalla parte di Allegri oppure chi sta da quella opposta. Ma un eventuale ingaggio di Pep metterebbe pace tra le due fazioni? Chissà…

di Nicola Zovi