lunedì 21 maggio 2018

Lucrezia Beccari, pattinatrice azzurra:”Sono una perfezionista e cerco di migliorarmi “

Lucrezia Beccari, giovane pattinatrice e campionessa italiana juniores in carica, sta crescendo stagione dopo stagione e cogliendo importanti risultati anche in campo internazionale. L’atleta di Torino parteciperà ai prossimi Campionati del mondo juniores tra pochi giorni. L’azzurra sempre con il sorriso e con l’umiltà che la contraddistingue racconta la sua passione per questo sport e i prossimi obiettivi.

Lucrezia Beccari ed Edoardo De Bernardis ai Campionati Nazionali

Un bilancio di questa stagione, che ti ha già incoronata campionessa italiana junior Elite.

“E’ sempre difficile fare bilanci. Sono una perfezionista e cerco di migliorarmi continuamente, gara dopo gara. Dopo il brutto infortunio che mi ha tenuta ferma per alcuni mesi durante la scorsa stagione, ho cercato di impegnarmi con tutta me stessa per poter tornare a competere. L’inizio di questa stagione è stato positivo. Sono stata selezionata dalla Federazione, vincendo la gara test degli atleti della Nazionale a luglio, per rappresentare l’Italia a qualche tappa dello Junior ISU Grand Prix. Ho partecipato a quello di Minsk ottenendo un buon piazzamento. Sempre all’estero sono salita sul podio a Zagabria, Innsbruck e ho vinto la Merano Cup 2017. A dicembre, a Milano, ho ottenuto l’oro, laureandomi campionessa italiana junior Elite. Conquistare il titolo italiano mi ha emozionata moltissimo. La gara era molto difficile. Penso che questa medaglia possa essere un punto di partenza per raggiungere altri traguardi. E’ per me anche una grande soddisfazione essere terza nel ranking nazionale assoluto alle spalle di Carolina Kostner e Giada Russo”.

Come sono stati creati i programmi di questa stagione?

I miei programmi, anche quest’anno, sono stati creati e coreografati dal mio allenatore e coreografo Edoardo De Bernardis. Sono entrambi molto particolari, raffinati e totalmente diversi tra loro. Il mio programma corto è molto originale. Pattino sulle musiche di “Alien” e “Visitors” dove interpreto la parte di una donna dello “spazio”. Nel lungo affronto il tema dell’ “Olocausto” e interpreto il ruolo di una bambina che arriva in un campo di concentramento sulle note della colonna sonora di “Schlinder’s List”. Tanti bambini e adolescenti come me sono stati strappati ad una vita normale e rinchiusi nei ghetti, nei campi di concentramento, dove sono morti. Quando ho visto “Schindler’s List” ho pianto durante tutta la proiezione. E’ straziante pensare a quanto male è stato fatto e vorrei che il mio programma fosse l’omaggio di una ragazza a quei ragazzi, a quei bambini, il mio personale modo di onorarli”.

La Beccari in un momento del libero

Quali sono i tuoi prossimi obiettivi e appuntamenti?

“Mi sto preparando intensamente per i prossimi Mondiali Junior che si svolgeranno a Sofia. Con Edoardo De Bernardis stiamo lavorando sulla tecnica dei miei salti, presto inizierò ad allenare qualche salto quadruplo”.

Chi è Lucrezia fuori dal ghiaccio?

“Sono una ragazza normale. Ho iniziato la prima superiore presso il Liceo “Lagrange” di Rivoli e cerco di conciliare lo studio con gli allenamenti e con la pratica dello sport a livello agonistico. Amo stare con i miei genitori e i miei nonni e, nel poco tempo libero che mi resta, cucino, gioco con i miei cani, esco con le mie amiche. Adoro i dolci, in particolare quelli al cioccolato e, negli ultimi mesi, mi sono appassionata alla lettura”.

Pregi e difetti

“Sono estremamente sensibile, forse anche troppo. Tuttavia, non lo definirei un difetto perché mi fa comprendere meglio i bisogni delle persone che mi stanno intorno. Sono testarda, caparbia e se mi metto in testa qualcosa cerco di ottenerla a tutti i costi”.

Da chi è composto lo staff che ti segue?

“Mi alleno con l’Ice Club Torino da quattro anni. Ho instaurato un rapporto molto positivo con Edoardo De Bernardis, il mio allenatore e coreografo. Grazie a lui ho imparato in poco tempo tutti i salti tripli. Devo confessare che apprezzo il fatto che sia un allenatore esigente ed estremamente pignolo perché serve a stimolarmi a fare sempre meglio, mi sprona tutti i giorni a dare tutta me stessa a questo sport. Edoardo ha sempre creato per me dei programmi molto originali e mi insegna ad interpretare la musica con intensità. Sono allenata anche da Claudia Masoero che è una persona affettuosa che mi sa rassicurare molto. Le mie insegnati di danza sono Monica Farneti, Valeria Toselli e Oxana Kichenko, mentre il mio preparatore atletico è Roberto Poggi”.

La Beccari nel programma libero sulle note di Shindler List

Qual è la tua routine giornaliera?

“Mi alleno 4 ore al giorno , tra lezioni di pattinaggio, ginnastica, streching e danza. Il resto della giornata è dedicato allo studio, quindi scuola e compiti. E’ faticoso, ma mi piace molto tutto quello che faccio. Il pattinaggio è una mia grande passione. Il liceo Lagrange di Rivoli mi sta dando la possibilità di conciliare nei migliori dei modi lo studio con la pratica sportiva”.

 

Intervista di Eleonora Baroni

Foto e collaborazione di Barbara Castellaro

Un grazie particolare a Lucrezia per il suo a tempo, a Barbara per la gentilezza e in bocca al lupo per i prossimi impegni sportivi

About Eleonora Baroni

Eleonora Baroni nasce a Correggio il 13 agosto del 1995. Diplomata al Liceo Classico nel 2014, ora frequenta la Facoltà di Lingue e Culture per l'Editoria all’Università degli Studi di Verona. Ama quasi tutti gli sport e li segue con passione, fin da quando era una bambina. Segue con attenzione scherma, tuffi e nuoto.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close