lunedì 22 ottobre 2018

MotoGp Austria: sorride alla Ducati di Lorenzo

Jorge Lorenzo ha vinto il corpo a corpo con Marquez
“Pecco” Bagnaia vittoria alla “Dovizioso” in Moto2
Marco Bezzecchi domina la gara della Moto3 e allunga in classifica

Il maiorchino Jorge Lorenzo (Ducati) ha centrato il terzo successo della stagione, correndo come un leone rispondendo colpo su colpo al Campione del Mondo, con un finale per cuori forti, con sorpassi e controsorpassi curva dopo curva. Andrea Dovizioso ha perso terreno dalla coppia di testa a 10 giri dal termine e ha concluso in terza posizione a 1″6.
Quinta posizione per Danilo Petrucci (Ducati Pramac) a 13″1 e mai competitivo, ha preceduto un generoso Valentino Rossi (Yamaha) che ha rimontato dalla 14esima alla sesta posizione con una M1 sempre più poco performante. Solo 13esimo Andrea Iannone (Suzuki), ha commesso un errore a metà gara in curva3, ha concluso a 26″5. Anonimo 19esimo posto per  Franco Morbidelli (Honda EG 0,0 VDS) a 40″1 dalla vetta.

LA GARA
La partenza ha visto subito Andrea Dovizioso mettersi in prima posizione, con Marc Marquez incollato al posteriore. Jorge Lorenzo ha approfittato del duello ed è passato al comando.
Lorenzo in curva3 al 2° giro è stato infilato da mm93, che si è messo subito a forzare, sgranando il gruppo con le Ducati all’inseguimento. A metà gara Marquez ha le “rosse ” ad appena mezzo secondo, con Dovizioso che ha provato invano a superare il compagno di team. A -10 dalla bandiera  a scacchi, il terzetto di testa si è ricompattato. A 3 tornate dalla conclusione spettacolo da cuore in gola: Lorenzo è finito lungo e Marquez lo ha subito sopravanzato. Il maiorchino però non ha mollato e lo ha infilato, nuovamente, con un attacco clamoroso in curva9. Dopo 1 giro il top rider della Honda si è ripreso la testa della gara sempre in curva3, con una manovra al limite dell’inverosimile. All’ultimo giro Lorenzo è tornato al comando in curva1, con Marquez che ha risposto in curva3. Lo spagnolo della Ducati non ha sbagliato nulla e ha preceduto il rivale solamente sul traguardo.

LE PAGELLE:
Lorenzo voto 10. Tutti si aspettavano il maiorchino terza forza in pista, e invece ha trionfato con pieno merito. Ha gestito la sua moto in maniera impeccabile, ha avuto la forza di riprendere Marquez già in fuga. Terzo successo stagionale e bella rivincita personale.
Marquez voto 9.
Voleva interrompere l’egemonia della Ducati al Red Bull Ring e solamente per un soffio non ci è riuscito. Ha fatto il possibile per centrare il successo, perdendo il duello all’ultima curva. Non è salito sul gradino più alto del podio ma ha allungato a +59 in classifica generale e il suo quinto titolo iridato è sempre più vicino.
Dovizioso voto 8.
Il grande deluso di giornata. Il forlivese era il chiaro favorito, ma non è andato oltre il terzo posto, dopo aver sofferto per 28 giri la velocità di Marquez e Lorenzo. Un errore a 10 tornate dal termine prima di essere abbandonato dalle gomme, lo hanno relegato a spettatore del duello di testa.
Rossi voto 7,5.
 Il “Dottore” ha una M1 davvero nervosa e poco competitiva, ma con una prestazione davvero encomiabile è riuscito a risalire dalla 14esima alla sesta posizione. Anche in questo weekend difficile, è riuscito a ottenere il massimo possibile.
Petrucci 5. Confidava di poter combattere con i colleghi “ducatisti” per podio e vittoria, ma ha subito perso contatto, concludendo con un distacco di ben 13 secondi. Voto cinque come la posizione al traguardo.
Vinales voto 4.
Lo spagnolo ancora una volta ha preso “paga” dal compagno di squadra. Partito 11esimo si è ritrovato rapidamente 16esimo. Ha chiuso dodicesimo al termine di un weekend davvero nero ed una gara nella quale ha lasciato parecchio a desiderare.

LE DICHIARAZIONI:
Jorge Lorenzo: “Vincere su questa pista contro Marc Marquez non è stato facile, ci sono riuscito e ne sono davvero contento. Negli ultimi due giri ho preferito lasciarlo andare davanti per riprovarci alla fine. Ci sono riuscito con un sorpasso davvero perfetto. Da quel momento in avanti ho guidato al limite, rischiando ogni frenata, per non lasciare più possibilità a Marquez. Abbiamo lavorato davvero tanto e ora gli sforzi vengono ripagati”.
Valentino Rossi: “Sapevamo che il Red Bull Ring sarebbe stata una pista nella quale avremmo sofferto, la differenza nei confronti dei primi tre è stata davvero grande. La mia sfortuna è stata avere rotto la moto venerdì mattina, partendo 14esimo in griglia non potevo fare molto di più. Sappiamo qual è il nostro problema ma sul come intervenire i discorsi cambiano. Non voglio nemmeno pensare che queste novità debbano riguardare la moto del 2019, io spero ancora che possano arrivare già in questa stagione”.
Andrea Dovizioso: “Vedo l’aspetto positivo, un podio importante, una gara difficile in cui ho sofferto con le gomme nel finale. Non ero in grade di attaccare il mio compagno di squadra però è un altro podio e sono punti importanti. Si poteva fare meglio “.

LA CLASSIFICA DEL MOTOMONDIALE:
1° Marquez M.  – Honda (SPA)         p.ti 201
2° ROSSI V.  – Yamaha (ITA)           p.ti 142
3° Lorenzo J.  – Ducati (SPA)            p.ti 130
4° DOVIZIOSO A.  – Ducati (ITA)    p.ti 129
5° Vinales M.  – Yamaha (SPA)        p.ti 113
6° PETRUCCI D.  – Ducati (ITA)      p.ti 105
7° Zarco J.  – Yamaha (FRA)             p.ti 104
8° Crutchlow C.  – Honda (ING)       p.ti 103

MOTO2
Uno straordinario Francesco Bagnaia, dopo un duello mozzafiato con Miguel Oliveira, ha vinto il GP d’Austria 2018. Ancora un podio per Luca Marini che ha preceduto Mattia Pasini. Ottavo successo per il portacolori del team Sky Racing VR46, che ha gestito la gara in maniera impeccabile. Il torinese ha lasciato sfogare il lusitano, per passarlo all’ultima curva, con 264 millesimi di margine sotto la bandiera a scacchi.
Gli altri nostri portacolori: 11esima piazza per Romano Fenati (Kalex Marinelli), 13esima per Andrea Locatelli (Kalex Italtrans), davanti a Stefano Manzi (Suter Forward), 26esima e ultima posizione per Lorenzo Baldassarri (Kalex Pons), vittima di un incidente nelle prime fasi di gara.

Francesco Bagnaia, vittoria e leader del mondiale al Red Bull Ring

Classifica Mondiale Moto2:
1° BAGNAIA Francesco (ITA) p.ti 189
2° Oliveira Miguel (POR) p.ti 186
3° Marquez Alex (SPA) p.ti 113
4° Brad Binder (RSA) p.ti 111
5° BALDASSARRI Lorenzo (ITA) p.ti 106

 

MOTO3

Il romagnolo Marco Bezzecchi, in sella alla Ktm, ha trionfato al Red Bull Ring

Prova di maturità e vittoria importantissima per Marco Bezzecchi, ha forzato il ritmo fin dal 1° giro per fare la differenza, sfruttando la potenza della propria KTM, secondo il nostro Enea Bastianini davanti a uno stoico Jorge Martin (frattura del radio solamente 7 giorni fa). Con questa vittoria MB12 ha portato a +12 i punti di vantaggio nel mondiale su Martin.
Fuochi d’artificio a 3 giri dalla fine, gara nella gara con Bezzecchi e Martin protagonisti di staccate oltre al limite. Ultimo giro di fuoco e il “Bez” ha trionfato davanti a Bastianini, una rimonta pazzesca per lui, terzo un Martin fantastico nella volata finale.

Classifica iridata Moto3:
1° BEZZECCHI Marco Ktm (ITA) p.ti 158
2° Martin Joan Honda (SPA) p.ti 146
3° DI GIANNANTONIO Fabio Honda (ITA) p.ti 121
4° Canet A. Honda (SPA) p.ti 118
5° BASTIANINI Enea Honda (ITA) p.ti 117

Prossimo appuntamento il 26 agosto a Silverstone con il GP della Gran Bretagna

About Lettore

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close