domenica 18 novembre 2018

Motogp: Dovizioso sbanca Misano

Andrea Dovizioso regola Marquez e Crutchlow
Immenso Francesco Bagnaia in Moto2, follia Fenati
Moto3: la prima volta di Lorenzo Dalla Porta

Tredicesimo appuntamento del mondiale, una domenica per il motorsport italiano che si ricorderà a lungo: Lorenzo Dalla Porta ha vinto la sua prima gara nella Moto3, Francesco Bagnaia ha rafforzato la leadership dominando in Moto2 e grande prova di forza e maturità per Andrea Dovizioso in MotoGP, candidandosi come l’anti Marquez. Purtroppo, si ricorderà anche per il l’episodio da censura che ha visto come protagonista Romano Fenati: dopo qualche scaramuccia nelle curve precedenti, in rettilineo a oltre 200 km/h ha affiancato Stefano Manzi e con la mano sinistra gli ha pinzato la leva del freno, solo il destino ha voluto che non ci siano state conseguenze fisiche. Provvedimenti disciplinari immediati: bandiera nera e 2 gare di stop per il pilota del team Marinelli Snipers, a distanza di 24ore il team ha comunicato la cessazione di ogni rapporto con il pilota marchigiano.

LA GARA:
Il Dovi ha lasciato sfogare Jorge Lorenzo nei primi giri, grazie a un passo superiore l’ha poi passato portando il suo vantaggio oltre i due secondi, una condotta di gara da manuale, che è valsa il secondo posto in classifica iridata. Gara solida e concreta anche per Marquez, arrivato secondo al traguardo grazie all’insolita caduta di Lorenzo al penultimo giro. Terzo Crutchlow, secondo podio della stagione, che ha confermato lo stato di forma della Honda.
Ennesima prestazione deludente per le Yamaha: quinto Vinales e settimo Rossi, moto non competitiva e situazione sempre più drammatica.

Prossimo appuntamento del motomondiale ad Aragon, circuito solitamente favorevole a Marquez e Lorenzo.

Andrea Dovizioso ha vinto il Gp di San Marino e della Riviera di Rimini

LE PAGELLE:
Dovizioso voto 10. Ha vinto alla Lorenzo, imprimendo il suo ritmo dall’inizio alla fine, guidando con una precisione assoluta da vero campione.
Marquez voto 9.
In affanno rispetto alle Ducati, è il più regolare in gara, secondo posto strameritato.
Crutchlow voto 8.
Ha guidato con determinazione e costanza, sfruttando al meglio i mezzi a disposizione. Forse la sua stagione migliore in Motogp.
Vinales voto 4.
Primo pilota Yamaha nelle prove libere, in qualifica e gara. Con la moto attuale non poteca fare meglio.
Rossi voto 5. Questa volta non è riuscito a trasformarsi in gara. Per tutto il weekend ha preso paga dal compagno di squadra.
Lorenzo 5. Preoccupazione o troppa foga? Un’errore non comune per lui. Una prestazione che non compromette la sua stagione positiva.

LE DICHIARAZIONI:
Jorge Lorenzo: “Una sensazione strana: ottimo feeling con la moto, andare lungo e scivolare al penultimo giro in seconda posizione”.
Valentino Rossi: “E’ un momento difficile e dovremo rimboccarci le maniche per cercare di migliorare, la Honda e la Ducati dall’inizio della stagione hanno fatto un ulteriore miglioramento”.
Andrea Dovizioso: “Vincere per la prima volta sulla pista di casa, da romagnolo, è davvero speciale. Il fine settimana è stato davvero perfetto e abbiamo sfruttato i test che avevamo svolto su questa pista”.
Stefano Manzi: “Fenati ha provato ad ammazzarmi, impossibile perdonarlo. Un gesto molto pericoloso e antisportivo, con lui ho chiuso”.
Romano Fenati: “Ho sbagliato: chiedo scusa a tutti. Con il mondo delle corse ho chiuso per sempre”.

LA CLASSIFICA DEL MOTOMONDIALE:
1° Marquez M.  – Honda (SPA)         p.ti 221
2° DOVIZIOSO A.  – Ducati (ITA)    p.ti 154
2° ROSSI V.  – Yamaha (ITA)           p.ti 151
3° Lorenzo J.  – Ducati (SPA)            p.ti 130
5° Vinales M.  – Yamaha (SPA)        p.ti 124

MOTO2
Francesco Bagnaia, scattato dalla pole ha preso il comando e non si è più voltato indietro. Il leader della classifica iridata ha chiuso con oltre 3″ sul portoghese Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo), terzo il tedesco Marcel Schrotter (Kalex Dynavolt), al suo primo podio in carrirera, che ha tentato l’assalto alla piazza d’onore fino alla penultima curva. Quarta posizione per Mattia Pasini (Kalex Italtrans) che, dopo essere rimasto a lungo in seconda posizione, ha concluso ai piedi del podio con 6″320 dalla vetta.
Il piemontese dello Sky Racing Team ha conquistato il sesto successo stagionale ed allungato a +8 su Miguel Oliveira in classifica che ad oggi ha vinto solo le gare del Mugello e di Brno.

Francesco Bagnaia leader della classifica iridata della Moto2

Classifica Mondiale Moto2:
1° BAGNAIA Francesco (ITA) p.ti 214
2° Oliveira Miguel (POR) p.ti 206
3° Brad Binder (RSA) p.ti 119
4° BALDASSARRI Lorenzo (ITA) p.ti 116
5° Mir Joan (SPA) p.ti 114

MOTO3

Lorenzo Dalla Porta alla sua prima vittoria nel mondiale

Lorenzo Dalla Porta è salito,  con pieno merito, sul gradino più alto del podio e conquistato il primo successo della sua giovane carriera. Il pilota toscano (Honda Leopard) ha disputato una prova solida e senza sbavature. La gara è stata decisa da due cadute: la prima di gruppo, nel corso del secondo giro, che ha coinvolto addirittura cinque piloti (tra i quali Aron Canet, Nicolò Bulega ed Enea Bastianini); la seconda, al penultimo giro, ha visto il leader della classifica generale Marco Bezzecchi (KTM Redox) scivolare quando era al comando, gettando al vento punti pesantissimi.
Hanno completato il podio lo spagnolo Jorge Martin (Honda Gresini) a 58 millesimi da Dalla Porta e dal suo compagno di scuderia, Fabio Di Giannantonio, a 122 millesimi.

Classifica iridata Moto3:
1° Martin Joan Honda (SPA) p.ti 166
2° BEZZECCHI Marco Ktm (ITA) p.ti 158
3° DI GIANNANTONIO Fabio Honda (ITA) p.ti 137
4° Canet A. Honda (SPA) p.ti 118
5° BASTIANINI Enea Honda (ITA) p.ti 117

Prossimo appuntamento il 23 settembre in Spagna ad Aragon 

About Lettore

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close