giovedì 15 novembre 2018

Motogp: Marquez vola verso il titolo iridato

Un Marquez sornione regola Dovizioso e Iannone
Brutta caduta per Jorge Lorenzo, catapultato dalla moto
Brad Binder vince nella Moto2 davanti a Francesco Bagnaia
Nella Moto3 Jorge Martin allunga in classifica sul nostro Marco Bezzecchi

Il Mondiale MotoGP 2018 può definirsi ufficialmente assegnato. Il campione del mondo in carica, ha portato a +72 il suo vantaggio nei confronti di Andrea Dovizioso a sole 5 gare dalla fine della stagione: Thailandia, Giappone, Australia, Malesia e Valencia, non rimane che conoscere dove Marc Marquez festeggierà  il suo quinto titolo iridato nella classe regina e chi conquisterà la piazza d’onore alle spalle del numero 93.

LA GARA:
Pronti via: il maiorchino Jorge Lorenzo scattato dalla pole position, dopo pochi metri, alla prima curva, è stato scaraventato violentemente a terra, i medici hanno riscontrato la lussazione dell’alluce destro e una microfattura del secondo dito dello stesso piede, per lui una settimana di gesso. La sua presenza al prossimo appuntamento in Thailandia non dovrebbe essere a rischio.
Marquez ha avuto la meglio su Dovizioso, dopo un bellissimo duello, il “Dovi” ha provato fino all’ultima curva a passare il padrone di casa. Il pilota romagnolo della Ducati ha chiuso a 648 millesimi e approfittando della caduta di Lorenzo ha conquistato punti pesantissimi per il secondo posto nella graduatoria generale. A completare il podio un ottimo Andrea Iannone +1″259, che ha vinto il derby in casa Suzuki con lo spagnolo Alex Rins +2″638. Settimo Danilo Petrucci (Ducati Pramac) +14″285, 8°  Valentino Rossi (Yamaha) +15″199 partito dalla 17esima casella della griglia, 11° Franco Morbidelli (Honda EG 0,0 VDS) +27″025.

Marc Marquez ha vinto il Gp di Aragon e si accinge a conquistare il quinto titolo iridato nella classe regina

LE PAGELLE:
Marquez voto 10. Il campione del mondo in carica voleva tornare alla vittoria davanti al proprio pubblico. Missione compiuta.
Dovizioso voto 9.
Ha chiuso al secondo posto a pochi centesimi da Marquez, su un tracciato a lui non favorevole. La piazza d’onore in classifica generale è ormai in cassaforte.
Iannone voto 8. Non ha commesso errori e questa è già una notizia, ha vinto lo scontro diretto con il suo compagno di team. Una bella iniezione di fiducia per le ultime 5 prove e per ripartire più forte ancora nel 2019.
Rossi voto 5,5. Ha fatto il massimo possibile, partito 17esimo ha chiuso all’ottavo posto, con una Yamaha che proprio non vuole saperne di andare.
Lorenzo 4. E’ finito violentemente sull’asfalto dopo Misano anche ad Aragon, questa volta al primo giro e con qualche problema fisico. Un campione come lui non può commettere errori simili, soprattuttto uno dietro l’altro!

LE DICHIARAZIONI:
Jorge Lorenzo:Sono molto arrabbiato perchè Marquez mi ha costretto a girare nella parte sporca e sono caduto. Spero di poter correre il prossimo Gp”.
Valentino Rossi: “Questo è il nostro potenziale attuale, dobbiamo lottare anche con le gomme. Storicamente la Yamaha portava la moto nuova già nei test di agosto, invece da due anni non arriva niente, non chiedetemi il perché…”.
Andrea Dovizioso: “Sono contentissimo della moto in ottica futura, stiamo crescendo in modo eccezionale. Ho dato il massimo, sinceramente su questo tracciato non potevo fare di più”.
Marc Marquez: “Penso di aver vinto la gara, con dei rischi (soft all’anteriore), grazie alla scelta delle gomme. La temperatura era alta e sapevo che bisognava preservare la gomma fino alla fine”.

LA CLASSIFICA DEL MOTOMONDIALE:
1° Marquez M.  – Honda (SPA)         p.ti 246
2° DOVIZIOSO A.  – Ducati (ITA)    p.ti 174
2° ROSSI V.  – Yamaha (ITA)           p.ti 159
3° Lorenzo J.  – Ducati (SPA)            p.ti 130
5° Vinales M.  – Yamaha (SPA)        p.ti 130

MOTO2
Francesco Bagnaia non ha vintoma può sorridere, il secondo posto gli ha permesso di allungare sul suo rivale numero uno, Miguel Oliveira (Red Bull Ktm Ajo)solo settimo al traguardo.
Il sudafricano Brad Binder, dopo aver centrato la pole position, ha vinto il Gran Premio di Aragon con una prova di maturità e concretezza, precedendo per 1″526 secondi “Pecco” Bagnaia (Sky Racing VR46) e Lorenzo Baldassarri (Kalex Pons) a 2″055 a completare il podio. Il pilota marchigiano ha conquistato la terza posizione dopo un appassionante duello con Alex Marquez (Kalex Eg 0,0 VDS) a lungo al comando della gara.
Positiva la prova della nutrita pattuglia azzurra: 8° Mattia Pasini (Kalex Italtrans), 11° Luca Marini (Sky Racing Team VR46), 12° Simone Corsi (Tasca Racing Scuderia Moto2), 16° Andrea Locatelli (Italtrans Racing Team), Federico Fuligni e Stefano Manzi rispettivamente a 7 e 20 giri.

Brad Binder ha vinto in sella alla Ktm del team Red Bull Ktm Ajo

Classifica Mondiale Moto2:
1° BAGNAIA Francesco (ITA) p.ti 234
2° Oliveira Miguel (POR) p.ti 215
3° Brad Binder (RSA) p.ti 144
4° BALDASSARRI Lorenzo (ITA) p.ti 132
5° Marquez Alex (SPA) p.ti 126

 

MOTO3
Un successo in solitaria ad Aragon per lo spagnolo Martin Jorge della Honda, che ha rafforzato la sua leadership in graduatoria iridata. Dopo la penalizzazione di 12 posizioni al via, Marco Bezzecchi (Redox PruestelGP Ktm) ha chiuso al secondo posto +5″984, precedendo in volata Enea Bastianini (Leopard Racing Honda), anche lui arretrato in partenza.
Show del leader del Mondiale e padrone di casa fin dalle prime curve, con un ritmo indiavolato, è volato via in fuga concludendo la sua prestazione senza mai dare l’impressione di essere in difficoltà e con grande autorità. Degna di nota anche la gara del romagnolo “Bezz”, l’essere riuscito ad arrivare sul podio in un contesto del genere non era affatto facile. Eccellente anche la rimonta di Bastianini, una gara di cuore e sofferenza la sua.
Gli altri nostri portacolori: 4° Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini Moto3),  12° Andrea Migno (Angel Nieto Team Moto3),  13° Lorenzo Dalla Porta (Leopard Racing), 14° Nicolò Bulega (Sky Racing Team VR46), 16° Tony Arbolino (Marinelli Snipers Team, 22° Stefano Nepa (CIP – Green Power), 25° Dennis Foggia (Sky Racing Team VR46)

Lo spagnolo Martin Jorge con la Honda del team del Conca Gresini

Classifica iridata Moto3:
1° Martin Joan Honda (SPA) p.ti 191
2° BEZZECCHI Marco Ktm (ITA) p.ti 178
3° DI GIANNANTONIO Fabio Honda (ITA) p.ti 150
4° BASTIANINI Enea Honda (ITA) p.ti 133
5° Canet A. Honda (SPA) p.ti 118

Prossimo appuntamento il 7 ottobre a Buriram per il Gp di Thailandia 

About Lettore

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close