sabato 20 ottobre 2018

MotoGP Mugello: a tempo scaduto la prima volta di Lorenzo in Ducati

Il GP d’Italia 2018 non ha deluso le aspettative, ha regalato grandi emozioni agli innumerevoli appassionati presenti al circuito toscano e non solo. Assolo di un ispiratissimo Jorge Lorenzo, al primo successo in sella alla Ducati, 55esima vittoria in carriera e settima vittoria al Mugello. Ottima seconda piazza per Andrea Dovizioso che prova ad approfittare della rovinosa caduta di Marc Marquez. Valentino Rossi scattato dalla poleposition, ha conquistato un prezioso terzo posto in ottica mondiale -23 dal leader.
Il cinque volte campione del mondo è tornato al successo, ha stupito e zittito tutti, dominando e vincendo a modo suo: scattato perfettamente, ha saltato subito  Rossi, prendendo il comando della gara per non lasciarlo più fino alla fine.
La seconda notizia di giornata, è la caduta di Marc Marquez. Il campione del mondo in carica, è finito nella ghiaia nel corso del quinto giro, lasciando punti pesanti per strada.

LE PAGELLE:
Lorenzo voto 10. Una gara veramente impeccabile. Il maiorchino conferma di essere il migliore quando si spegne il semaforo, scattando in maniera bruciante. Una vittoria che potrebbe cambiare tanti scenari e che ci ripropone un grande campione. Che sorpresa!
Dovizioso voto 8. Dopo un inizio non semplice riesce a risalire fino alla seconda piazza, senza riuscire mai a impensierire Lorenzo. Bicchiere mezzo pieno: recupera punti pesanti in classifica.
Rossi voto 8. Che weekend per il “Dottore”. Dopo una pole position leggendaria, in gara raccoglie il massimo per la sua Yamaha attuale, nonostante una conclamata crisi di gomme. Intramontabile!
Iannone voto 7. Bel fine settimana anche per “The Maniac”. Andrea conclude ai piedi del podio dopo un bellissimo corpo a corpo con Valentino Rossi. Quando non commette errori banaliè sempre nelle posizioni che contano. Ritrovato!
Petrucci voto 6. Il suo Gran Premio non è nato sotto una buona stella, quando Marc Marquez lo attacca duramente e lo manda fuori traiettoria. Il ducatista rimonta inesorabilmente giro dopo giro, fino a raggiungere il podio. In quel momento le gomme lo salutano e ha chiuso solamente settimo. Sfortunato.
Morbidelli voto 6. Ancora un punto conquistato, ha chiuso a 26″ da Lorenzo, sta facendo tanta esperienza e porta sempre la moto al traguardo.
Marquez voto 4. Un errore davvero incredibile. Getta alle ortiche punti di platino. Il “cabroncito” quasi sempre si salva, ma alla fine la “dea bendata” gli ha voltato le spalle.
Pedrosa s.v.
 E’ in un momento nero della sua carriera, nella quale non gliene va dritta una. La sua gara dura pochi metri, finendo out dopo un contatto al via.

Valentino Rossi con la Yamaha YZR.M1, terzo al GP d’Italia

LE DICHIARAZIONI:
Jorge Lorenzo: “Non ho mai mollato. Sono determinato e orgoglioso. Ho vissuto momenti difficili. Vincere qui è speciale, farlo con la Ducati è un sogno”. Il maiorchino poi ha cercato di spiegare: “La volontà di accontentarmi c’è stata, hanno provato a darmi una moto vicina al mio stile. Per qualche aspetto ci sono riusciti, per qualche altro no. Io ho tanti difetti, ma sono sincero, ho sempre detto la verità, che mi mancava qualcosa per vincere”.
Valentino Rossi: “È stato fantastico, vale la pena correre tutto l’anno per salire sul podio al Mugello. La gara è stata difficile, perché abbiamo dovuto correre con la gomma hard davanti e la moto si chiudeva in tutte le curve”. Rossi ha parlato anche dei problemi della Yamaha: “Abbiamo fatto uno step come guidabilità, siamo veloci ma solo quando le gomme hanno molto grip. Infatti la gara per noi è un problema, soffriamo troppo. Sappiamo dove sono i problemi, abbiamo bisogno di un aiuto dai nostri amici giapponesi”.
Andrea Dovizioso: “Oggi portare a casa punti era la priorità. Abbiamo sbagliato la scelta della gomma davanti, non siamo riusciti a spingere perché mancava il grip, non potevo tenere il passo di Jorge”. Ai microfoni di Sky ha aggiunto: “Faccio i complimenti a Lorenzo, in tre gare abbiamo portato a casa solo 20 punti, dobbiamo continuare a lavorare per migliorarci”.

LA CLASSIFICA DEL MOTOMONDIALE:
1° Marquez M.  – Honda (SPA)       p.ti 95
2° ROSSI V.  – Yamaha (ITA)           p.ti 72
3° Vinales M.  – Yamaha (SPA)        p.ti 67
4° DOVIZIOSO A.   – Ducati (ITA)   p.ti 66
5° Zarco J.  – Yamaha (FRA)             p.ti 64

Il vincitore della MOTO2 è il portoghese Miguel Oliveira con la Ktm del team Red Bull

MOTO2
Forti emozioni al sesto round del Mondiale 2018 della Moto2. Al termine di una lotta infinita, il portoghese della Ktm Miguel Oliveira, in un arrivo in volata, ha avuto la meglio sul nostro Lorenzo Baldassarri (Pons HP40) e lo spagnolo Joan Mir (EG 0,0 Marc VDS). Amara caduta per Mattia Pasini (Italtrans Racing Team), quando era in testa alla corsa. Il leader del campionato Francesco Bagnaia (Sky Racing Team VR46) chiude in quarta posizione e mantiene la vetta della graduatoria iridata.
In chiave italiana, da registrare il 7° posto di Luca Marini (Sky Racing Team VR46), l’8° di Andrea Locatelli(Italtrans Racing) ed il 10° di Simone Corsi (Tasca Racing Scuderia Moto2) mentre Federico Fuligni (Tasca Racing Scuderia Moto2) ha chiuso in 21esima posizione.

LA CLASSIFICA MONDIALE DELLA MOTO2:
1° BAGNAIA Francesco
(Ita) p.ti 111
2° OLIVEIRA Miguel (Por) p.ti 98
3° BALDASSARRI Lorenzo (Ita) p.ti 84
4° MARQUEZ Alex (Spa) p.ti 78
5° MIR Joan (Spa) p.ti 64
6° VIERGE Xavi (Spa) p.ti 59
7° PASINI Mattia (Ita) p.ti 58

Il vincitore della Moto3 lo spagnolo Jorge Martin

MOTO3
Lo spagnolo Jorge Martin è stato letteralmente il dominatore del weekend, ma la sua vittoria non è stata così agevole. Il pilota del team Gresini ha provato la fuga ma Marco Bezzecchi e Fabio Di Giannantonio sono rimasti con lui, dando vita ad una battaglia durata fino all’ultimo metro. Martin ha infatti trionfato al fotofinish, precedendo il leader del Mondiale di 19 millesimi e il compagno di squadra di 43.
È stata una gara tattica tra i tre protagonisti: Bezzecchi era il più veloce nel rettilineo, sfruttando la potenza del motore KTM, invece i due piloti del team Gresini ne avevano di più nel tratto misto.
È stato inevitabile, che i tre arrivassero a giocarsela all’ultima curva, Lcondotta magistralmente da Martin.

La classifica del Mondiale della Moto3:
1°) BEZZECCHI 
M. Ktm (Ita) p.ti 83
2°) MARTIN J. Honda (Spa) p.ti 80
3°) DI GIANNANTONIO F. Honda (Ita) p.ti 75
4°) CANET A. Honda (Spa) p.ti 61
5°) MIGNO A. Ktm (Ita) p.ti 56
6°) ANTONELLI N. Honda (Ita) p.ti 44
7°) BASTIANINI E. Honda (Ita) p.ti 43

Prossimo appuntamento il 17 giugno con il GP di Catalunya a Barcellona

 

 

 

About Lettore

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close