Nations League | Polonia-Italia | Chi si ferma è perduto

Questa sera allo Stadion Slaski di Chorzow la nazionale italiana si gioca uno spareggio importantissimo. Avversario da non sottovalutare la Polonia del capocannoniere della serie A Piatek; per chi perde la retrocessione in Lega B della Nations League si fa concreta. Calcio d’inizio alle ore 20:45.

Il giorno della verità. Una partita decisiva che può dare una svolta al percorso azzurro o interromperlo definitivamente, e nella maniera peggiore possibile. La retrocessione incombe e questa sera gli azzurri di Roberto Mancini sono chiamati a dimostrare di meritare davvero quella maglia che ci ha consacrati più volte campioni del mondo. Il tecnico jesino prova a caricare i suoi dopo il deludente pareggio di mercoledì scorso contro l’Ucraina, che ha mostrato in maniera piuttosto evidente quali siano i limiti di questa giovane squadra. Uno su tutti l’attacco: le critiche piovute su Chiesa e compagni nei giorni scorsi sono state piuttosto pesanti anche se Mancini sembra intenzionato a proseguire su questa strada e riproporre il tridente inedito di Genova. Il tecnico nella conferenza stampa pre-partita di ieri ha dichiarato che “l’ obiettivo è la qualificazione agli Europei, stiamo lavorando per creare un gruppo forte. La Polonia è una grandissima squadra, con giocatori molto forti. Non sarà una partita facile però ce la possiamo giocare”.

Certamente a questa squadra servirà molto di più di quanto dimostrato al Ferraris, anche perchè, come riferito dal ct azzuro, la Polonia può contare su giocatori di rango internazionale, dal portiere bianconero Szczesny ed il centrocampista azzurro Zielinski fino ad arrivare al bomber europeo Lewandowski, che quest’anno può contare sull’assistenza della rivelazione di questa prima parte di Serie A, ovvero il genoano Piatek, sempre a segno finora in ogni partita disputata nel campionato italiano e reduce dal purtroppo  per noi inutile goal di giovedì sera contro il Portogallo.

Le ultime indiscrezioni parlano di un probabile 4-3-3 azzurro, con Biraghi e Florenzi confermati sulle fasce difensive a supporto di Bonucci e Chellini e un centrocampo formato da Verratti, Jorginho e Pellegrini con il compito di impostare soluzioni offensive per il giovane tridente Chiesa-Insigne-Bernardeschi. Servirà tutta la grinta azzurra per avere la meglio sulla nazionale biancorossa, servirà un’Italia consapevole della propria forza e di poter fare risultato. Servirà anche un po’ di fortuna, per tutto il resto questa sera televisori accesi alle ore 20:45. C’è la nostra nazionale da sostenere.

 

PROBABILI FORMAZIONI

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Biraghi; Verratti, Jorginho, Pellegrini; Chiesa, Insigne, Bernardeschi. All. Mancini

POLONIA (4-4-2): Szczesny; Kedziora, Bednarek, Glik, Bereszynski; Kurzawa, Zielinski, Krychowiak, Blaszcsykowski; Piatek, Lewandowski. All. Brzeczek

 

di Matteo Moglia