Nella discesa libera di Sochi medaglia d’oro a parimerito per Maze e Gisin

Quarto posto per Daniela Merighetti.

sochi.ru

Nella discesa libera delle Olimpiadi di Sochi, la svizzera Dominique Gisin e la slovena Tina Maze, condividono il gradino più alto del podio, con il tempo di 1:41.57, con la Maze che porta alla Slovenia la prima medaglia d’oro della storia nello sci alpino. Dato il parimerito, viene scavalcato il secondo posto e quindi, un’altra svizzera, Lara Gut, conquista la medaglia di bronzo con 10 centesimi di ritardo dalle vincitrici. Grande rammarico per i nostri colori, con Daniela Merighetti (in foto) che si posiziona quarta (ma con il terzo tempo di gara), ai piedi del podio, a 27 centesimi dal duo Maze-Gisin ed a soli 17centesimi da una storica medaglia. A  Daniela vanno comunque i nostri complimenti perchè alla sua ultima olimpiade e dopo un infortunio nei primi giorni di prova, non era facile raggiungere tale risultato. Male le favoritissime Mancuso (ottava) e Maria Riesch (13esima).

Per quanto riguarda le altre italiane in gara, troviamo 12esima Elena Fanchini, 14esima Verena Stuffer e 22esima Nadia Fanchini.

di Simone Frigeri

 

Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, laureato triennale in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali all’Università di Trieste. Prosegue il percorso di studi conseguendo la laurea magistrale in Gestione del Lavoro e Comunicazione per le Organizzazioni presso la facoltà di Scienze Politiche dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.