Nuoto: un “tuffo” a Kazan, il riepilogo della giornata

I campionati del mondo di nuoto sono ormai incominciati da qualche giorno e già l’Italia può essere soddisfatta di come si stanno svolgendo. Analizziamo categoria per categoria.

Tuffi 

gqitalia.it

Tania Cagnotto ha conquistato la prima medaglia d’oro della sua carriera ai Campionati del mondo: la prima italiana a vincere il metallo più prezioso dal trampolino dal metro. Una gara dominata dall’inizio alla fine. L’ultimo mondiale la bolzanina regala al Bel Paese un successo che manca da quarant’anni, quando salì sul primo gradino del podio Klaus Di Biasi. Per lei 310.85. punti. Argento e bronzo alla Cina: Shi Tingmao chiude seconda con 309.20, mentre He Zi con 300.30.

Per quanto riguarda invece il trampolino sincronizzato 3 m la Cina porta a casa l’ennesimo successo, anche se ostacolata dalla Russia: Qin Kai e Cao Yuan vincono la competizione con 471.45 punti, mentre Evgenii Kuznetsov e Ilya Zakharov chiudono a quota 459.18 punti. Terza posizione per la Gran Bretagna con Jack Laugher e Chris Mears, che conquistano il bronzo con 445.20. Andrea Chiarabini e Giovanni Tocci non riescono a ripetere il quinto posto dell’eliminatoria, ma possono essere comunque soddisfatti del nono: gli azzurri hanno esordito ai Mondiali e si allenano insieme da poco più di un mese.

Dal trampolino 1 metro maschile domina il cinese Xie Siyi, che termina la gara con 485.50 punti, vicinissimo al record di punti del canadese Alexandre Despatie. Argento,come a Barcellona 2013, per l’ ucraino Illya Kvasha, che porta a casa 449.05 punti. Completa il podio a sorpresa lo statunitense Mike Hixon con 428.30. Per l’Italia niente finale con Giovanni Tocci sedicesimo e Andrea Chiarabini ventesimo.

Liu Huixia e Chen Ruolin trionfano nella finale 10 metri sincro femminile e conquistano un altro titolo cinese. Per loro ben 359.52 punti. Al secondo posto si clafficano le canadesi, Meaghan Benfeito e Roseline Filion,con 339.99 punti. Chiude terza, a sorpresa, la Corea del Nord, che conquista una medaglia storica per il paese nei tuffi: Un Hyang Kim-Nam Hyang Song, conquistano 325.26 punti.

Nuoto Sincronizzato

La Russia porta casa l’ennesimo successo nella finale dell’esercizio tecnico. Per loro ben 95.7457 punti. Argento invece per le cinesi, non distano molto dalla testa con i loro 94.4605. Chiudono terze le giapponesi con 92.4133. Settima posizione per le azzurre, che guadagnano 88.0516 punti.

Nuoto di Fondo

Gli Stati Uniti raggiungono un’altra medaglia d’oro, questa volta nella 10 km di nuoto di fondo. Jordan Wilimovks tocca in solitaria e conquista così un nuovo alloro. Secondo gradino del podio per l’olandese Ferry Weertman, campione europeo in carica, mentre il greco Spyridon Gianniotis conquista uno splendido bronzo alla veneranda età di 35 anni. Buona prestazione per l’Italia che riesce a mettere in tasca due qualificazioni per i Giochi Olimpici di Rio: Simone Ruffini è settimo e Federico Vanelli decimo.

Per quanto riguarda la gara femmine si impone francese Aurelie Muller (oro in 1h58’04”3) sull’ olandese Sharon Van Rouwendaal, la delusa della 5 chilometri. Rachele Bruni fino pochi metri prima dell’arrivo si trovava in terza posizione, ma viene ripresa dalla brasiliana Ana Marcela Cunha, bronzo, e per un solo secondo è medaglia di legno. Unica consolazione: il pass per Rio 2016.

Grande rammarico, invece, per Aurora Ponselè. Purtroppo l’azzura parte con grande energia e sbaglia rotta: alla fine arriva ventiduesima e non riesce a raggiungere il pass olimpico.

 

 

Staff

 

Eleonora Baroni

Eleonora Baroni nasce a Correggio il 13 agosto del 1995. Diplomata al Liceo Classico nel 2014, ora frequenta la Facoltà di Lingue e Culture per l'Editoria all’Università degli Studi di Verona. Ama quasi tutti gli sport e li segue con passione, fin da quando era una bambina. Segue con attenzione scherma, tuffi e nuoto.