lunedì 16 luglio 2018
#SELFIEMONDIALE
Scopri come vincere il pallone dei mondiali!!

Pattinaggio di figura, Olimpiadi 2018: Marchei/Hotarek da sogno! Rizzo qualificato

Queste Olimpiadi stanno per il momento regalando tantissime soddisfazioni agli azzurri del pattinaggio di figura.

Nelle coppie di artistico Valentina Marchei e Ondrej Hotarek hanno conquistato il nuovo record italiano per quanto riguarda il libero con 142,09 e nel totale con 216.59. Il loro punteggio tecnico addirittura è il quarto di giornata. Ottimo il triplo twist, il triplo lutz e il triplo loop lanciato, il triplo toeloop e il triplo salchow in combinazione con due doppi toeloop in parallelo. Un programma fantastico, che avrebbe addirittura meritato un punteggio più alto per quanto riguarda la parte artistica. Rimane comunque un’ottima sesta posizione e li rivedremo in pista nel galà conclusivo.

Nicole Della Monica e Matteo Guarise riescono a sfondare il muro dei 200 punti, obbiettivo che si erano posti in questa occasione. Anche per loro un libero ben interpretato e coreografato. Peccato per la caduta sul triplo salchow lanciato e l’imprecisione sulla combinazione triplo toeloop- toeloop semplice. Hanno chiuso in decima posizione con 202.74.

Aliona Savchenko e Bruno Massot riescono a salire sul gradino più alto del podio: un risultato sognato da tanti anni e a cui la coppia aspirava. I tedeschi hanno realizzato un lungo perfetto coronato dal nuovo record del mondo. Un totale di 235.90 punti.

Argento per i cinesi campioni del mondo Wejing Sui e Cong Han con 235.47. Terzo posto per Maegan Duhamel e Eric Radford che chiudono la loro stellare carriera con un’altra medaglia olimpica e con tante lacrime di commozione. Per loro un totale di 230.15. Inoltre i canadesi sono i primi ad aver completato perfettamente il quadruplo salchow in una gara olimpica.

In campo maschile si impone il giapponese Yuzuru Hanyu con il super punteggio di 111.68: il campione olimpico in carica ha eseguito il triplo axel, la combinazione quadruplo toeloop-triplo toeloop e il quadruplo salchow. Stessi elementi anche per Javier Fernandez, secondo con 107.58, che ha pagato qualcosa sulle componenti del programma. Completa il podio provvisorio il giapponese Shoma Uno con 104.17.

Matteo Rizzo si classifica ventitreesimo con 75,63, punteggio leggermente inferiore a quello ottenuto nel Team Event. Resta comunque un buon programma per l’azzurro, che ha commesso un’imprecisione sui salti causa probabilmente la tensione di questi giorni. Lo rivedremo in gara questa notte.

Eleonora Baroni

Foto Valerio ORIGO

About Eleonora Baroni

Eleonora Baroni nasce a Correggio il 13 agosto del 1995. Diplomata al Liceo Classico nel 2014, ora frequenta la Facoltà di Lingue e Culture per l'Editoria all’Università degli Studi di Verona. Ama quasi tutti gli sport e li segue con passione, fin da quando era una bambina. Segue con attenzione scherma, tuffi e nuoto.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close