Qualificazioni Mondiali: il pre match di Italia-Macedonia

Questa sera alle ore 20.45 la sfida allo stadio Olimpico Grande Torino

Una panoramica dello stadio che ospiterà il match

Andrà in scena questa sera, alle ore 20.45 con diretta su Rai 1, il penultimo atto delle qualificazione al Mondiale di Russia 2018. L’Italia affronta questa sfida orfana degli infortunati De Rossi, Pellegrini, Verratti e Belotti, ai quali si è aggiunto nelle ultime ore El Shaarawy che quasi certamente non farà parte dell’incontro.

Andrea “il Gallo” Belotti, il grande assente.

Ancora dubbi per Ventura riguardanti il modulo di gioco ma ci sono buone probabilità di vedere gli azzurri in campo con il 3-4-3, così schierati:

Buffon- Barzagli, Bonucci, Chiellini- Zappacosta, Gagliardini, Parolo, Darmian- Verdi, Immobile, Insigne.

Due soli ballottaggi per un posto nell’11 titolare riguardanti Zappacosta/Candreva a Centrocampo e Verdi/Eder nel tridente offensivo.

Così invece si presenteranno in campo i nostri avversari, che hanno nell’attacco tutto “Italiano” il loro punto più forte:

(3-5-2): Dimitrievski- Musliu, Velkovski, Zaikov- Spirovski, Bardhi, Ristovski, Hasani, Alioski- Nestorovski, Pandev. (allen. Angelovski)

La coppia Macedone Pandev-Nestorovski

Ricordiamo di seguito la classifica del Gruppo G:

1. Spagna 22 pt.   2. Italia 19 pt.   3. Albania 13 pt.   4. Israele 9 pt.  5. Macedonia 7 pt.   6. Liechtenstein 0 pt.

All’Italia basta dunque un punto nelle prossime due partite per assicurarsi la certezza aritmetica di un posto nei play off.

Curiosità: è stata presentata nei giorni scorsi dal marchio Puma, la maglia che accompagnerà gli azzurri negli impegni futuri, ma questa sera, come omaggio per i 20 anni in azzurro, il nuovo kit sarà indossato solo dal capitano Gigi Buffon, mentre dalla partita contro l’Albania del 9 ottobre, verrà indossata da tutto il resto della squadra.

Buffon con la nuova maglia.

di Simone Frigeri

 

Simone Frigeri

Simone Frigeri nasce a Gorizia il 23 febbraio 1993. Diplomato al Liceo Linguistico, laureato triennale in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali all’Università di Trieste. Prosegue il percorso di studi conseguendo la laurea magistrale in Gestione del Lavoro e Comunicazione per le Organizzazioni presso la facoltà di Scienze Politiche dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ama lo sport in generale con particolare attenzione al calcio ed allo sci alpino, sport praticati agonisticamente per molti anni. Attivo in campo sociale, persona estroversa e sempre pronta a mettersi in gioco.