lunedì 16 luglio 2018
#SELFIEMONDIALE
Scopri come vincere il pallone dei mondiali!!

Qui si fa l’Italia?

Rischiare di “morire” calcisticamente parlando è già successo; se c’è bisogno di ricordarlo l’Italia è esclusa dal palcoscenico Mondiale in Russia: censurate la classe di Florenzi, la grinta di Bonucci e la freschezza di Insigne, privata un’intera nazione di un’estate fibrillante come quelle in cui c’è la coppa del mondo.

Luigi di Biagio con la Nazionale Under21

Ma non siamo qui per piangere quanto successo da novembre dello scorso anno in cui è capitato di tutto: dopo il licenziamento (non le dimissioni) dell’allora C.T. Ventura, anche Tavecchio si è allontanato ma la F.I.G.C. è passata sotto il controllo del CONI che ha insediato Fabbricini nel ruolo di commissaro straordinari0 e il duo Costacurta-Clarizia.

Si è parlato poco di campo, per niente, permettetecelo, ed il ruolo di C.T. è rimasto vacante ed accostato a vari allenatori che lusingati hanno sostanzialmente declinato l’invito a prendersi in carico una Nazionale ammaccata, triste e da rifare.
La scelta è ricaduta allora sull’unico allenatore in grado di conoscere già l’ambiente di Coverciano e che ci piace immaginare avere un gruppo whatsapp intitolato “i miei ragazzi” con all’interno i giovani e giovanissimi della sua Under21; stiamo parlando di Luigi Di Biagio. Chi meglio di lui e di loro per ricostruire questa Italia?

Chi è Luigi di Biagio – scopri di più sul nuovo C.T.

Si comincia. Subito le prime convocazioni per lo stage in programma nel Centro Tecnico Federale dal 26 al 28 febbraio e a cui non parteciperanno i giocatori impegnati nel posticipo del campionato e nella semifinale di ritorno della Coppa Italia, in programma in settimana (Cagliari, Napoli, Atalanta, Juventus, Lazio e Milan in totale). A Coverciano ci sarà spazio per la prima conferenza stampa di Di Biagio e per un’amichevole contro la primavera della Fiorentina oltre che alle sedute di allenamento.

L’elenco dei convocati:
Portieri: Simone Scuffet (Udinese), Alex Meret (Spal).
Difensori: Alessandro Bastoni (Atalanta), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Antonio Barreca (Torino), Davide Biraschi (Genoa), Kevin Bonifazi (Torino), Federico Ceccherini (Crotone), Gian Marco Ferrari (Sampdoria), Lorenzo Venuti (Benevento), Francesco Zampano (Udinese).
Centrocampisti: Daniele Baselli (Torino), Marco Benassi (Fiorentina), Danilo Cataldi (Benevento), Alberto Grassi (Spal), Rolando Mandragora (Crotone), Lorenzo Pellegrini (Roma).
Attaccanti: Domenico Berardi (Sassuolo), Gianluca Caprari (Sampdoria), Federico Chiesa (Fiorentina), Federico Di Francesco (Bologna), Roberto Inglese (Chievo Verona), Andrea Pinamonti (Inter), Matteo Politano (Sassuolo).

Il programma degli azzurri. La Nazionale aprirà il 2018 a Manchester contro l’Argentina il 23 marzo. Sempre in Inghilterra affronterà a Wembley i padroni di casa il 27 dello stesso mese.
A giugno la prima data italiana: all’Allianz Stadium di Torino (Juventus Stadium) contro l’Olanda il 4 e tre giorni prima a Nizza contro la Francia.

Da qui bisogna fare l’Italia che a nostro avviso passa anche e soprattutto da un’educazione calcistica che registra un’assenza ingiustificata nel nostro Paese ma la Nazionale ha il compito di riportare entusiasmo, fantasia ed ambizione. E’ questo il ruolo di Di Biagio e dei suoi ragazzi a cui la notifica di riportare l’Italia in alto, è già arrivata.

 

Francesco Bevilacqua

About Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close