martedì 17 luglio 2018
#SELFIEMONDIALE
Scopri come vincere il pallone dei mondiali!!

Mancini Day, le prime parole del neo C.T.

Roberto Mancini è il nuovo Commissario Tecnico azzurro. E’ stato presentato a Coverciano; ecco le sue prime parole.

La miglior scelta fra le migliori”. Almeno a detta di Roberto Fabbricini, Commissario FIGC. Ebbene sì, finalmente si è concretizzato il Mancini day. Un nuovo capitolo, nuovi obiettivi per il calcio italiano che presenta ai microfoni di Coverciano il nuovo condottiero degli azzurri.
Emozionato e orgoglioso», così si definisce il Mancio per la prima volta nelle vesti di Commissario Tecnico.

LA SCELTA
«La Federazione mi ha fatto capire che mi volevano al 100 per cento e per me è stato facile scegliere. Ho messo piede per la prima volta nel 1978 a Coverciano con l’Under 14. Anche i miei genitori saranno orgogliosi di questa scelta. Diventare CT della Nazionale è la massima aspirazione di tutti gli allenatori: ci sono momenti della carriera in cui bisogna prendere decisioni. Io sono tanti anni che alleno, penso che questo possa essere il momento giusto per fare qualcosa per la Nazionale».

BALOTELLI, BUFFON, PIRLO E I VETERANI
«Balotelli? Probabilmente lo chiameremo, lo vogliamo rivedere come è stato agli Europei con Prandelli. Per quanto riguarda Buffon e Pirlo parleremo con entrambi, finora non abbiamo avuto tempo. In Nazionale ci sarà spazio per tutti quelli che faranno bene, ma visto che dovremo costruire anche per i prossimi anni, in qualche modo l’età conterà. Se però i più vecchi come De Rossi saranno ancora i migliori quando dovremo giocare partite importanti verranno chiamati».

GLI OBIETTIVI
«Credo di essere l’unico giocatore ad aver avuto Vicini, Bearzot e Sacchi come CT: sono stato tanti anni qui, purtroppo non abbiamo vinto ma ci siamo andati vicini. Vorrei essere un CT per bene che possa riportare l’Italia dove merita, sul tetto del Mondo e d’Europa».

L’ANNOSA QUESTIONE STAGE
«Non penso ne chiederò. I giocatori viaggiano ogni tre giorni, non è così semplice. Al massimo verranno coinvolti i più giovani».

I POSSIBILI 11 DI MANCINI NEI PROSSIMI MESI

4-2-3-1: Donnarumma – Bonucci, Chiellini, Florenzi, Criscito – Pellegrini, De Rossi – Insigne, Bernardeschi, Chiesa – Balotelli

In bocca al lupo Mancio, adesso tocca a te!

di Nicola Zovi

About Nicola Zovi

Nicola Zovi nasce a Belluno il 6 luglio 1993. Consegue nel 2012 la maturità classica. Nel 2018 è Dottore in Giurisprudenza. Ama infinitamente lo sport, raccontarlo e farselo raccontare. Giocatore di basket, nutre una passione sconfinata per il calcio.

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close