Advertisements

Russia 2018 | Cavani passeggia sul Portogallo. Celeste ai quarti

Nella sfida di Sochi, Ronaldo segue la scia di Messi ed abbandona la Coppa de Mondo agli ottavi di finale. Meritevole dei quarti, un Uruguay quadrato e capace di trovare due volte il vantaggio sui Campioni d’Europa in carica grazie alla doppietta del matador Cavani di cui è complice tutta la squadra messa in campo da Tabarez.

La partita non esplode la tecnicità delle due formazioni, tutt’altro; il primo tempo è degno di nota solamente per l’acuto della punta in forza al PSG servito da un assist tesissimo e preciso di Suarez: ne esce un gol di pregevolissima fattura che premia la squadra più cinica.

Nell’intervallo è un altro colpo di testa a sbloccare il Portogallo: Pepe realizza riaccendendo le speranze di CR7 e compagni. Il capitano finora è autore di una prestazione opaca e sotto le aspettative rendendone vittima i lusitani. Il pareggio dura solamente qualche minuto perchè ancora Cavani raccoglie un buon pallone sulla sinistra e insacca ad incrociare alle spalle di un impotente Rui Patricío. 2-1.

I venti minuti rimanenti sono scena di un assedio costante del Portogallo che fa soffrire non poco la Celeste che a sua volta resiste alzando il muro con Godin e Laxalt. Nel finale Cavani è costretto ad uscire per un infortunio che se dovesse essere confermato metterebbe a rischio la sua permanenza nel mondiale. Permanenza che per quanto riguarda il cuore e la tenacia dell’Uruguay è confermatissima: agli ottavi c’è già la Francia.

Cavani infortunato e CR7. Foto ANSA

TABELLINO

URUGUAY (4-4-2): Muslera; Caceres, Godin, Gimenez, Laxalt; Nandez (81′ Sanchez), Torreira, Vecino, Bentancur (63′ C. Rodriguez); Cavani (74′ Stuani), Suarez.
CT: Tabarez

PORTOGALLO (4-4-2): Rui Patricio; Ricardo Pereira, Pepe, Fonte, Guerreiro; Bernardo Silva, William Carvalho, Adrien Silva (65′ Quaresma), Joao Mario (84′ Fernandes); Guedes (74′ André Silva), Cristiano Ronaldo.
CT: Santos

MARCATORI 7′ e 62′ Cavani (U), 55′ Pepe (P)

Advertisements

Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93