Advertisements

Scherma: fantastico bronzo per gli spadisti! Tutti i risultati della Coppa del mondo di spada

Inizio di stagione non facile per le spadiste azzurre, che non sono riuscite a dare il proprio meglio nella prima tappa di Coppa del mondo, in casa, a Legnano.

La migliore della gara individuale è stata la giovanissima under 20 Alice Clerici, che è stata bloccata nel tabellone delle 32 dall’esperta russa Anna Sivkova (15-5). L’italiana aveva sconfitto nel primo turno la francese Marie Florence Candassamy (12-11).

La competizione è stata vinta dalla cinese Yiwen Sun, che ha superato per un punto in finale l’estone Kristina Kuusk (14-16) e si è imposta in semifinale sull’ungherese Emese Szasz per 12-11.  La Kuusk invece nel match per l’accesso alla finale era emersa sulla russa Violetta Kolobova (11-10).

Rossella Fiamingo è stata eliminata proprio all’inizio del torneo a causa dell’americana Katarzyna Trzopek per 11-10, mentre Mara Navarria ha perso alla priorità contro la polacca Magdalena Piekarska per 13-13.

Subito fuori anche Bianca Del Carretto per mano dell’ex compagna di nazionale Nathalie Moellhausen per 14-8. Quest’ultima, che ora compete per il Brasile, ha raggiunto gli ottavi ed è stata battuta per un punto (9-8) dall’ungherese Emese Szasz, alla fine di bronzo.

Niente da fare nenche per Giulia Rizzi, fermata dalla cinese Yiwen Sun (12-11) poi vincitrice del torneo, e  Francesca Quondamcarlo, sconfitta alla priorità dalla tedesca Imeke Duplitzer (13-12).

Non sono riuscite ad accedere alla gara di sabato Federica Isola, Marta Ferrari, Brenda Briasco, Nicol Foietta, Eugenia Falqui, Virginia Di Franco, Francesca Boscarelli, Marzia Muroni, Luisa Tesserin, Federica Santandrea, Eleonora De Marchi, Alberta Santuccio, Ida Finizio, Lorenza Baroli, Roberta Marzani e Camilla Batini.

La gara a squadre non è andata nel modo migliore. Non troppo soddisfatte le spadiste azzurre, che si sono dovute accontentare solamente del nono posto, dopo la sconfitta agli ottavi con la Polonia per 33-26.

La medaglia d’oro se lo sono giocate Romania ( Ana Maria Popescu, Loredana Dinu, Simona Gherman e Simon Pop) e Russia (Anna Sivkova, Ljubov Shutova,Violetta Kolobova e Yana Zvereva) : la prima ha batutto la Francia (Marie Florence Candassamy, Auriane Mallo, Maureen Nisima e Coraline Vitalis) per 36-31, mentre la seconda si è imposta sugli Stati Uniti ( Katharine Holmes, Kelley Hurley, Courtney Hurley, Katarzyna Trzopek) per 45-32, poi bronzo (28-22 sulla Francia).

La Russia ha poi dominato il match e ha strappato un 42-30, che le ha permesso dunque di salire sul gradino più alto del podio.

In campo maschile Enrico Garrozzo ha conquistato un buon quinto posto e si è affermato come migliore italiano in pedana nella tappa di Coppa del Mondo a Berna. Il catanese ha perso ai quarti per un solo punto (15-14) dall’estone Nikolaj Novosjolov, che aveva sconfito agli ottavi sempre per 15-14 Matteo Tagliarol. Oltre a Garrozzo, anche Lorenzo Bruttini si ferma prima di accendere alla corsa alle medaglie: l’atleta di Siena perde per mano dell’ungherese Peter Somfai (15-12).

Marco Fichera invece viene sconfitto nel tabellone dei 32 ad opera dello svizzero Max Heinzer (15-13). Fuori al primo turno Lorenzo Buzzi ( 15-12 con l’ucraino Anatolly Herey), Andrea Baroglio (13-12 con l’egiziano Ayman Fayez) e Paolo Pizzo ( 15-14 con il polacco Karol Kostka). Gabriele Bino, Massimiliano Bertolazzi, Andrea Santarelli e Gabriele Cimini n0n riescono invece ad approdare al tabellone principale.

Il francese Daniel Jerent, dopo aver sconfitto Novosjolov 15-7, si gioca la medaglia d’oro con Bas Verwjilen, che si è imposto per 13-12 su Somfai. Vince dunque, dopo due anni di assenza dal podio, l’olandese, battendo il campione d’Oltralpe per 15-9.

Grande risultato per il team Italia nella competizione a squadre: gli azzurri portano a casa una fantastica medaglia di bronzo, che li porta sempre più vicini a Rio 2016.

Paolo Pizzo, Enrico Garozzo, Marco Fichera e Andrea Santarelli hanno battuto la Finlandia (41-33), il Kazakistan (45-35), Israele (45-24).

Infine, in semifinale, non sono riusciti a superare la Russia (Vadim Anokhin, Anton Avdeev, Sergey Khodos e Pavel Sukhov), perdendo per 41-35. Quest’ultima in finale è riuscita a conquistare il gradino più alto del podio,  piegando la Francia (Gauthier Grumier, Ronan Gustin, Daniel Jerent e Ulrich Robeiri) per 27-28.

L’Italia ha continuato a rimenere concentrata, superando dunque gli atleti della Foglia d’Acero per 45-36.per 28-27. I campioni d’Oltralpe erano approdati alla finale, dopo essersi aggiudicati il match con i canadesi (Hugues Boisvert-Simard, Maxime Brinck-Croteau, Vincent Pelletier, Laurei Shong) per 45-30.

Eleonora Baroni

Foto: FEderscherma-Augusto Bizzi

Advertisements

Eleonora Baroni

Eleonora Baroni nasce a Correggio il 13 agosto del 1995. Diplomata al Liceo Classico nel 2014, ora frequenta la Facoltà di Lingue e Culture per l'Editoria all’Università degli Studi di Verona. Ama quasi tutti gli sport e li segue con passione, fin da quando era una bambina. Segue con attenzione scherma, tuffi e nuoto.