Advertisements

Scherma, spada: Garrozzo secondo! Fiamingo vola a Rio

A Budapest la tappa di Grand Prix di spada ha decretato, per quanto riguarda le individualiste, chi partirà per Rio de Janeiro ad agosto per disputare i Giochi Olimpici. Al maschile invece ha permesso ad Enrico Garozzo di cogliere un nuovo risultato prestigioso.

Partiamo con la gara femminile, dove la sfida per l’unico pass disponibile per i Giochi Olimpici di Rio 2016 è stata vinta da Rossella Fiamingo, la campionessa del mondo in carica, mentre Mara Navarria non partirà per il Brasile. L’Italia non ha conquistato purtroppo la qualificazione a squadre per cui potrà mandare alle Olimpiadi una sola atleta. La siciliana ha chiuso in quinta posizione, sconfiggendo agli ottavi l’ucraina Yana Shemyakina per 15-9, ma perdendo dalla russa Tatiana Logunova, poi bronzo, con il medesimo punteggio, ma al contrario.  Mara Navarria viene eliminata agli ottavi dalla coreana Shin A Lam per 15-10 e giunge dunque decima.

Oro per la cinese Xu Anqi, che batte in finale la turca Sarra Besbes per 15-13 e in semifinale la russa Tatyana Andryushina per 15-12.

Come la friulana, anche Giulia Rizzi non avanza ai quarti, non riuscendo ad imporsi sull’ungherese Emese Szasz per 13-14, mentre Brenda Briasco si ferma al secondo turno per mano dell’estone Irina Embrich (15-11).

Fuori al primo turno Francesca Quomdancarlo contro l’americana Kelley Hurley (15-14), Francesca Boscarelli contro la tedesca Alexandra Ndolo (15-14) e Camilla Batini contro la russa Violetta Kolobova (15-12).

Niente da fare per Federica Santandrea, Alberta Santuccio, Nicol Foietta, Marta Ferrari e Luisa Tesserin, che non hanno raggiunto il tabellone principale.

In campo maschile ottima perfomance di Enrico Garozzo, che si mette al collo l’argento. L’azzurro elimina ai quarti il francese Yannick Borel per 15-12 e in semifinale il coreano Youngjun Kweon per 14-9, bronzo a pari merito con l’ungherese Gabor Boczko,  mentre in finale non riesce ad emergere nella sfida con il francese Gauthier Grumier e perde per 15-4.

Marco Fichera invece viene interrotto al secondo turno per 15-11 dal francese Borel, eliminato poi dal connazionale Garozzo.

Si sono fermati invece nei turni del tabellone di qualificazione Paolo Pizzo, Andrea Santarelli, Tomaso Melocchi, Lorenzo Bruttini, Lorenzo Buzzi, Andrea Baroglio, Gabriele Bino, Riccardo Schiavina, Gabriele Cimini e Luca Ferraris.

Eleonora Baroni

Foto- federscherma- Bizzi

 

Advertisements

Eleonora Baroni

Eleonora Baroni nasce a Correggio il 13 agosto del 1995. Diplomata al Liceo Classico nel 2014, ora frequenta la Facoltà di Lingue e Culture per l'Editoria all’Università degli Studi di Verona. Ama quasi tutti gli sport e li segue con passione, fin da quando era una bambina. Segue con attenzione scherma, tuffi e nuoto.