Scherma,sciabola: Occhiuzzi terzo e pass per Rio. Tutti i risultati del Grand Prix di Seul

Diego Occhiuzzi torna sul podio internazionale e conquista anche il pass per Rio 2016, superando l’altro italiano in corsa per la qualificazione, Luca Curatoli: tutto questo è accaduto nel weekend di Coppa del mondo di sciabola, che si svolto a Seul, in Corea del Sud.

L’atleta campano ha chiuso terzo, a pari merito con il russo Nikolaj Kovalev, perdendo l’ultimo match contro l’iraniano Mojtaba Abedini (15-12), alla fine secondo. L’azzurro ha battuto al primo turno il compagno di squadra Riccardo Nuccio (15-7), al secondo il bielorusso Aliaksandr Bukevich (15-10), agli ottavi il britannico James Honeybone (15-13) e ai quarti il russo Kamil Ibragimov (15-13).

Raggiunge gli ottavi Alberto Pellegrini , che, dopo aver eliminato il connazionale Giovanni Repetti (15-12), viene sconfitto proprio da Ibragimov (15-13). Invece al secondo turno Luigi Samele e Luca Curatoli non riescono ad imporsi rispettivamente sui tedeschi Max Hartung (15-11) e Matyas Szabo (15-14).

Fuori al primo turno Aldo Montano contro il compatriota Repetti (15-13), Luigi Miracco per mano del francese Nicolas Rousset (15-13), Gabriele Foschini contro l’americano Eli Dershwitz (15-9), che ha trionfato in finale contro l’iraniano Abedini, e Fabrizio Marino contro il francese Vincent Anstett (15-6).

Non riescono a qualificarsi tra i 64 Massimiliano Murolo ed Enrico Berrè.

In campo femminile la migliore delle azzurre è ancora una volta Rossella Gregorio, che è stata sconfitta agli ottavi dalla russa Yana Egorian per 15-6, dopo aver vinto i match contro l’ucraina Galyna Pundyk per 15-10 e la francese Sara Balzer per 15-12. Proprio la Egorian si è imposta nel torneo, prevalendo sulla coreana Seo Jiyeon (15-10) in finale e sulla compagna di squadra Sofia Velikaya (15-12), bronzo a pari merito con la greca Vassiliki Vougiuoka.

Non superano  il turno delle 32 Loreta Gulotta per mano della coreana Jiyeon Kim (15-2), che si era affermata sulla compagna di squadra Sofia Ciaraglia per 15-12, e Irene Vecchi a causa della ucraina Olga Kharlan (15-11)

Invece si fermano al primo turno Caterina Navarria contro la francese Manon Brunet (15-12), Lucrezia Sinigaglia contro l’americana Ibtihaj Muhammad (15-8) e Chiara Mormile contro la Kharlan (15-4).

Stop nel tabellone delle qualificazioni per Martina Criscio, Paola Guarnieri, Martina Petraglia e Ilaria Bianco.

Eleonora Baroni

Foto: Federscherma- Bizzi

Eleonora Baroni

Eleonora Baroni nasce a Correggio il 13 agosto del 1995. Diplomata al Liceo Classico nel 2014, ora frequenta la Facoltà di Lingue e Culture per l'Editoria all’Università degli Studi di Verona. Ama quasi tutti gli sport e li segue con passione, fin da quando era una bambina. Segue con attenzione scherma, tuffi e nuoto.