SCI | Gli Up&Down degli azzurri nel week end

SCI | Gli Up&Down degli azzurri nel week end

5 dicembre 2018 0 Di Simone Frigeri

Tre giorni di sci sia per gli uomini che per le donne, con Paris unico azzurro a salire sul podio e Hirscher spodestato nel gigante da Luitz.

Gare Femminili:

Ormai Mikaela Shiffrin fa parlare di se anche nella velocità, vincendo anche il SuperG di Lake Louise, aggiungendosi così all’elenco dei vincitori in tutte le discipline dello sci alpino. In Canada nelle due discese libere disputate, dominio dell’austriaca Schmidhofer e doppio podio per Gisin “Junior” che di questo passo potrà ripercorre le orme della sorella maggiore.

Ma passiamo ora agli Up & Down delle azzurre

UP: se un plauso va a Nadia Fanchini per quanto dimostrato nel venerdì di gara prima di uscire dal tracciato, la miglior azzurra del week end è Nicol Delago (in foto) che c’entra un fantastico quinto posto a Lake Louise mostrando una sciata che nel tempo potrebbe arrivare ad impensierire le migliori.

DOWN: se una vera e propria nota totalmente negativa è difficile da segnalare, diciamo che Francesca Marsaglia in tutte e tre le prove è rimasta eccessivamente nell’ombra e sicuramente deve e puó fare di più.

Gare maschili:

Due giorni di velocità per gli uomini, conclusi con un gigante dalle mille sorprese. La discesa libera ed il SuperG ci hanno detto che Svindal sarà anche questo anno fra i più pericolosi, che Jansrud non ha trovato il risultato ma quantomeno in super gigante sarà l’uomo da battere, idem per lo svizzero Beat Feuz nella discesa. Nello slalom gigante grandi sorprese con la rimonta impossibile di Tumler dal 21esimo al terzo posto e con Hirscher che provvisoriamente ha dovuto cedere quello che probabilmente era il suo trono, fino ad ora meno messo in discussione, al fenomenale tedesco Luitz.

Gli Up & Down azzurri

UP : Manfred Moelgg nonostante le ormai 36 primavere è ancora l’uomo di punta del gigante, e non fa testo una opaca seconda manche dettata da particolari condizioni della pista.

Emanuele Buzzi nella velocità è l’uomo del futuro, ce lo ha dimostrato anche a Beaver Creek e quest’anno ci aspettiamo grandi cose dal sappadino.

Domink Paris unico podio azzurro del week end e senza ombra di dubbio sarà lui a darci le migliori soddisfazioni nella stagione dell’ItalJet.

DOWN : Peter Fill a tratti irriconoscibile e forse questa breve pausa causata da un piccolo infortunio potrà aiutarlo a fare mente locale sul l’inizio della stagione.

Innerhofer sotto tono su una pista che, seppur resa più facile negli anni, poteva essere abbastanza adatta alle sue caratteristiche.

La squadra del gigante maschile che, tolti Moelgg e Tonetti, sembra non riuscire mai a migliorare in queste ultime stagioni.

Di Simone Frigeri