mercoledì 22 agosto 2018
#SELFIEMONDIALE
Scopri come vincere il pallone dei mondiali!!

Storie di altri continenti – Africa

Le squadre africane partecipanti al Mondiale di Russia 2018 sono 5: Egitto, Marocco, Nigeria, Senegal e Tunisia.
In questa edizione non ci saranno alcune delle nazionali più blasonate, come la Costa D’Avorio, il Camerun e l’Algeria, diventata sempre più forte nell’ultimo decennio grazie al exploit di alcuni giocatori militanti nei massimi campionati europei, vedi Mahrez e Ghoulam. Indimenticabili gli anni in cui la Costa D’Avorio sfoggiava il duo Kolo- Yaya Tourè assieme al grande attaccante ex Chelsea e Marsiglia, Didier Drogba.

Vi proponiamo questa breve rubrica per portare alla mano dati e statistiche e conoscere meglio i palmarès delle varie partecipanti.

EGITTO

Partecipazioni ai Mondiali: 3,1934, 1990,2018
Coppa d’Africa: 7 volte vincitore
Ranking Fifa: 19°
Allenatore: Hector Cuper
Talismano: Mohammed Salah

Giocatori da seguire: Sobhi (Stoke City), Hegazi (WBA), Elneny (Arsenal).

Giocatore storico: Hossam Hassan, 69 reti

Record presenze: Ahmed Hassan, 184

Risultato migliore ai mondiali: ottavi 1934

Giocatore più giovane: Sobhi, 21

Giocatore più anziano: El Hadary, 45

Valore delle rosa: 129, 29 mln

Obbiettivo concreto: ottavi di finale

 

MAROCCO

Partecipazioni ai Mondiali: 4, 1970, 1986, 1994, 1998

Coppa d’Africa: 1 volta vincitore

Ranking FIFA: 41°

Allenatore: Herve Renard

Talismano: Mehdi Benatia

Giocatori da seguire: Benatia (Juventus), Hakimi (Real Madrid), Belhanda (Galatasaray), El Ahmadi (Feyenoord), Amrabaat (Feyenoord), Harit (Schalke 04)

Giocatore storico: Ahmed Faras, 42 reti

Record presenze: Abdelmajiid Dolmy, 140

Risultato migliore ai Mondiali: primo turno

Giocatore più giovane: Hakimi, 19

Giocatore più anziano: Boussoufa, 33

Valore della rosa: 121, 85 mln

Obbiettivo concreto: ottavi

 

NIGERIA

Partecipazioni ai mondiali: 5, 1994, 1998, 2002, 2010, 2014

Coppa d’Africa: 3 volte vincitrice

Ranking FIFA: 48°

Allenatore: Gernort Rhor

Talismano: Victor Moses

Giocatori da seguire: Obi Mikel, (Tianjiin Teda), Jhon Obi, (Torino), Ndidi (Leicester City), Moses (Chelsea), Iwobi (Arsenal), Inehacho (Leicester City)

Giocatore storico: Rashidi Yekini, 32 reti

Record presenze: Yobo, Vincent Eneyama, 101 presenze

Risultato migliore ai mondiali: ottavi 1994, 1998, 2014

Giocatore più giovane: Uzoho, 19

Giocatore più anziano: Akpeyi, 31

Valore della rosa: 134, 75 mln

Obbiettivo concreto: ottavi di finale

Ricordiamo che, nel 1996, alle Olimpiadi, la Nigeria ha forse avuto la  generazione calcistica, più forte di sempre: giocatori del calibro di Babayaro, Babangida, Kanu, riuscirono a portare la nazionale verde bianco all’oro olimpico. Ah, e per gli amanti dei “funanmboli”, come non ricordare Jay Jay Okocha, e Obafemi Martins. Capriole e numeri erano assicurati…

SENEGAL

Partecipazioni ai Mondiali: 2002, 2018

Coppa d’Africa: 2° posto nel 2002

Ranking FIFA: 27°

Allenatore: Aloiu Cissé

Talismano: Idrissa Gueye

Giocatori da seguire: Koulibaly (Napoli), Gueye (Everton), Kouyaté (WHU), Dioussé (Sant Etienne)

Giocatore storico: Henri Camara, 31

Record presenze: Henri Camara, 99

Risultato migliore ai Mondiali: quarti di finale 2002

Giocatore più giovane: Dioussé, 21

Giocatore più anziano: N’Diaye, 34

Valore della rosa: 101, 23 mln

Obbiettivo concreto: ottavi di finale – terza nel girone

 

TUNISIA

Partecipazioni ai Mondiali: 5, 1978, 1998, 2002, 2006, 2018

Coppa d’Africa: 1 volta vincitrice

Ranking FIFA: 21°

Allenatore: Nabil Maaluul

Talismano: Whaabi Khazri

Giocatori da seguire: Dylaan Broon (KAA Gent), Khazri (Rennes), Larbi (Tours FC), Laribi (Cesena), Sljiti (Diijon)

Giocatore storico: Isaam Jeema, 36 reti

Record presenze: Rahdi Jaidi, 105

Risultato migliore ai Mondiali: primo turno

Giocatore più giovane: Broon, 22

Giocatore più anziano: Balbouli, 33

Valore della rosa: 78, 52 mln

Obbiettivo concreto: terza nel girone

 

Al di là dei numeri, e delle tradizioni calcistiche vincenti, sono 5 squadre con caratteristiche diverse, accomunate da un grande obbiettivo: essere delle outsider importanti nei vari gironi per conquistare gli ottavi. Più abbordabile sembra essere il compito di Egitto e Nigeria, dove grazie alle qualità individuali di alcuni singoli, queste squadre possono ambire ad abbinare un calcio non solo fisico, ma a tratti anche tecnico, veloce e simile alle compagini europee più quotate.

 

In bocca al lupo, regine d’Africa!

 

Francesco De Marco

 

 

 

 

 

 

 

 

About Francesco De Marco

Commenti chiusi.

Scrolla verso l'alto
Close