Advertisements

Tratto d’angolo | La vicenda Hamsik, le ultime.

Da oggi essere Marek Hamsik sarà probabilmente più difficile. Essere tifoso del Napoli, forse, pure. Riavvolgiamo il nastro.

Sabato Ancelotti sorprende tutti: “Marek ha chiesto la cessione. Dobbiamo accontentarlo”. La bomba è sganciata, Hamsik ha l’accordo per volare in Cina. Circa dieci milioni all’anno pattuiti e una cifra che dovrebbe aggirarsi attorno ai 20 milioni per i partenopei. E’ bagarre tra i supporters, perché Hamsik è il capitano. Hamsik è il leader per presenze e gol in magli azzurra. Hamsik è una leggenda vivente. E i saluti? Le celebrazioni? Le lacrime? Basti pensare agli addii più o meno recenti di Zanetti, Del Piero, Totti e Buffon. Vere e proprie parate, standing ovation, cori e pianti per chi ha onorato la maglia per decenni. Per chi ha portato a casa trofei, per chi ci ha fatti abbracciare e ci ha riempito la vita di bellezza. Per Marekiaro è tutto così clamorosamente diverso, malinconico, vuoto. A Napoli c’è la consapevolezza dell’età del giocatore, della valutabile convenienza dell’affare per la società e certa  per il capitano. C’è l’amarezza per non potersi salutare come si deve, ma anche l’accettazione di una decisione che, al netto della bilancia, va compresa. Ci hai dato tanto, te lo concediamo. Vai e insegna ai cinesi come ci si pettina: ci si aspettava tutto questo.

A proposito di cinesi, il comunicato della società campana di oggi:

Beh, inevitabile la parentesi sullo stile utilizzato dagli addetti ai lavori napoletani. I cinesi è gergo da bar, inaccettabile per un comunicato ufficiale. Una parentesi, per carità, ma vale la pena ricordare che il calcio non è solo un gioco per noi appassionati, ma anche un business che fa girare milioni – anzi – miliardi. Ed è soprattutto rispetto, che qui – è chiarissimo – manca.

Ma torniamo a noi. Un comunicato chiaro, gelido, inaspettato. Come le parole di Ancelotti, d’altra parte. Non si capisce più niente, ma pare che la società dove milita- tra gli altri – il belga Carrasco, abbia modificato l’offerta proponendo un prestito con diritto di riscatto. E quindi: Hamsik non se ne va più? E i milioni? Le creste? I fiumi di parole spesi in questi giorni? Mah. Un enorme punto interrogativo su una vicenda già iniziata col piede sbagliato e proseguita ancora peggio. I tweet, invero, si sono sprecati. 

E’ il web a farla da padrone adesso, ma una domanda sorge spontanea: che farà Hamsik in tutto ciò? Se ne torna in silenzio come se n’era andato? Spingerà per fare accettare al Napoli la nuova offerta del Dalian Yifang? Si cerca un’altra sistemazione? E la società che approccio deciderà di avere? E ancora, i tifosi? Fateci sapere come la pensate amici dell’angolino. Come detto, per il momento, la parola è al web

di Nicola Zovi

Advertisements

Nicola Zovi

Nicola Zovi nasce a Belluno il 6 luglio 1993. Consegue nel 2012 la maturità classica. Nel 2018 è Dottore in Giurisprudenza. Ama infinitamente lo sport, raccontarlo e farselo raccontare. Giocatore di basket, nutre una passione sconfinata per il calcio.