Advertisements

U20: passa l’Ucraina; azzurrini in finale 3°-4°

Buletsa al 20′ del secondo tempo condanna gli azzurrini alla finalina del 3°-4° posto.

Partita molto equilibrata che alla fine ha un vincitore che non è l’Italia. Gli azzurrini soffrono nel primo tempo ma nella ripresa riescono a creare più di un’occasione per portarsi in vantaggio trovando anche un buon palleggio tra le fila ucraine che faceva ben sperare.

Il vantaggio gialloblù arriva nel momento forse più bello dell’Italia di Nicolato, che pagano lo specchiarsi un po’ troppo nella propria metà campo: al 65′ Buletsa raccoglie un assist in mezzo all’area e completamente indisturbato firma l’1-0 che spezza il fiato ai nostri.

La reazione azzurra è tardiva e affannata: Scamacca segna nel recuper mai il VAR strozza una gioia che sarebbe stato bello non contenere.

Escono quindi le lacrime di un gruppo (di 20enni, ricordiamolo) che ci ha stregato e comunque, anche oggi emozionato. Questo è il calcio: la coppa la alza una squadra sola, ma la vittoria più grande, a scanso di ogni facile retorica è scoprire oggi un vivaio frizzante, entusiasmante, motivato e valido che saprà tornare a stupirci, magari ai prossimi mondiali.

Non è però il momento dei complimenti – che arriveranno -. Pinamonti & co. torneranno in campo venerdì prossimo (alle 20:30) contro la vincente di Ecuador-Corea per cercare di bissare il terzo posto ai mondiali di due anni fa.

Advertisements

Francesco Bevilacqua

Francesco Bevilacqua nasce a Gorizia il 20 ottobre 1993. Si diploma al Liceo Scientifico nel 2012. Attualmente frequenta la Facoltà di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Scrivere di sport è un'opportunità di crescita; gioca a calcio. @Bevilacqua_93