Advertisements

World Grand Prix 2016: l’Italia batte ancora il Giappone

Dopo tanta sofferenza l la giovane Italia di Bonitta ottiene il successo sul Giappone

www.fivb.com

 

Nel primo weekend del World Grand Prix 2016 l’Italia raccoglie due vittorie, su Serbia e sul Giappone, ed una sconfitta, contro il Brasile.

Una partita a due fasi quella tra Italia e Giappone. La nazionale di Bonitta domina nei primi due parziali poi subisce la rimonta delle asiatiche, ed infine mostra ancora una volta la propria superiorità al tie break. Le nipponiche, che sono state sconfitte solo poche settimane fa proprio dalle italiane al Torneo Preolimpico di Tokyo 2016, hanno tentato di rimediare alla brutta figura casalinga,  conducendo gran parte del primo parziale con le azzurre sempre costrette a rincorrere. Le italiane hanno reagito nella seconda parte del set sistemando i conti nel finale e aggiudicandosi la frazione d’avvio con cinque punti di scarto (25-20).

Proseguono sullo stesso ritmo di gioco le giovani ragazze della nazionale italiana nel secondo parziale. Il Giappone soffre nei fondamentali, mentre le azzurre martellano le nipponiche in tutti i settori: i muri di Danesi e le schiacciate di Egonu, top scorer con 30 punti, annichiliscono le atlete di coach Manabe, che sempre più disorientate  faticano molto nel contrastare il gioco avversario. Un fallo di invasione delle giapponesi e un pallonetto maestoso dalla seconda linea di Egonu regalano all’Italia anche il secondo set, finito con lo stesso punteggio del precedente (25-20).

Manabe scuote le sue che non fanno attendere la rimonta spiazzando in tutti i modi un’Italia irriconoscibile rispetto a quella dei set precedenti. Ciononostante un buon turno al servizio di Diouf permette alle azzurre di tornare a -1 (8-9). Il Giappone continua ad avanzare imperterrito, ma Egonu ci tiene in corsa con una stampata che vale il 13-15. Ci pensa Ebata a consentire di essere in vantaggio alla sua squadra al secondo timeout tecnico (13-16). Quando i giochi sembrano ormai chiusi, è ancora Egonu a caricarsi la squadra sulle spalle, un suo ace (20-23) lancia il tentativo di rimonta della nazionale italiana fino al -1 (23-24), ma che rimane incompiuta. Il Giappone rientra così in partita grazie alla vittoria del terzo set per 23-25.

Quarto periodo equilibrato con un’Italia sempre sottotono, che fatica molto in ricezione ma che trova nel muro una sicurezza. Una sfida punto a punto in cui le giapponesi la spuntano solo nel finale (23-23). Le italiane costringono le giapponesi ad andare ai vantaggi ed è solo a causa di un errore in ricezione che le asiatiche pareggiano i conti sul 2-2.

Quinta ed ultima frazione completamente all’insegna delle azzurre che guidano il parziale dall’inizio alla fine. Scaricano la loro rabbia non concedendo alcuno spazio al Giappone. Una sontuosa Diouf torna a martellare le retrovie nipponiche ed un muro dell’alzatrice Malinov chiude definitivamente le pratiche sul 15-8. La nazionale conquista la seconda preziosa vittoria.

Di seguito il tabellino della partita:

ITALIA – GIAPPONE 3-2 (25-20, 25-20, 23-25, 25-27, 15-8)

Italia: Melandri 10, Diouf 14, Guerra 15, Danesi 12, Malinov 8, Egonu 30. Libero: De Gennaro. Spirito 1, Ortolani 2, Cambi, N.e: Sylla, Chirichella, Gennari e Sirressi (L). All. Bonitta
Giappone: Otake 6, Koga 17, Araki 9, Tashiro 6, Ishii 16, Ebata 15. Libero: Arisa. Maruyama, Miyashita 1, Nabeya. N.e: Nagaoka, Yamaguchi, Uchiseto, Zayasu. All. Manabe

Arbitri: Macias (Mex) e Vera Mechan (Per).

Durata set: 23’, 22’, 27’, 28’, 16’.
Italia: 16 bs, 10 a, 16 mv, 30 et.
Giappone: 11 bs, 9 a, 7 mv, 21 et.

 

Alberto Incerti

Advertisements

Alberto Incerti

Alberto nasce a Roma il 14 gennaio 1989. Laureato in Scienze della Comunicazione nel 2014. Appassionato da sempre di sport, ama seguire la Nazionale italiana in "tutte" le discipline. Gioca a pallavolo a livello amatoriale, prima era impegnato anche a livello agonistico. Attivo nel sociale, frequenta la montagna praticando alpinismo.